“9 für 90 Ticket”: l’iniziativa federale tedesca a favore della mobilità sostenibile

| scritto da |

Dato il forte aumento dei costi energetici, vogliamo alleggerire immediatamente l’onere per i cittadini con un biglietto del trasporto pubblico notevolmente più economico, risparmiando così energia e rendendo il trasporto pubblico più attraente a lungo termine”.

Così ministro federale dei trasporti, Volker Wissing, ha descritto uno degli argomenti più discussi nelle ultime settimane in Germania: l’introduzione di un prezzo agevolato mensile (9€) per l’utilizzo dei trasporti durante il periodo estivo. Biglietto valido su tutti i mezzi di trasporto pubblico, inclusi autobus, U-Bahn, S-Bahn, tram e treni locali e regionali per i mesi di giugno, luglio ed agosto. Dalla misura sono esclusi i servizi di trasporto a lunga percorrenza.

Per garantire che tutti ricevano il biglietto in tempo, le aziende pubbliche di trasporto hanno pianificato di avviare una prevendita già a maggio in alcune grandi città tedesche, ed hanno definito soluzioni ad hoc per gli abbonati (tra cui il rimborso delle somme eccedenti ai 9 euro).

L’accoglienza da parte della popolazione è tendenzialmente buona. Come dimostra il sondaggio condotto da YouGov per conto di DPA, la maggior parte delle persone in Germania è favorevole al nuovo biglietto. Infatti, a fronte di una stragrande maggioranza – l’80 per cento degli intervistati – che dichiara di non avere ancora un abbonamento al biglietto per il trasporto pubblico locale, “circa il 33% degli intervistati ha affermato che lo userebbe per viaggiare in autobus o in treno e il 22% ha affermato che “probabilmente” lo proverebbe“.

Piccolo prezzo, grande vantaggio“: così è stata presentata la promozione federale da diverse aziende, come MVG (la compagnia dei trasporti locali di Monaco di Baviera). Tuttavia, si registrano anche giudizi sfavorevoli per questa iniziativa. La misura, che deve ancora trovare piena copertura dal punto di vista finanziario, è infatti stata oggetto di forti critiche da parte di alcuni Land proprio per timori legati al bilancio.

© MVG

L’iniziativa resta, in ogni caso, un modello, una possibile strada da percorrere per incentivare l’impiego di mezzi più sostenibili da parte dei privati cittadini. Diverse nazioni (come il Lussemburgo e l’Estonia) e singole città in Francia e Usa già da tempo stanno attuando politiche in tal senso e la Germania, nell’eventualità di approvazione di questa misura, sarebbe la prima grande nazione a fare un passo così importante in questa direzione.

Credits e per approfondire la notizia:

MVG Services: https://www.mvg.de/services/aktuelles/9-euro-monatsticket.html?fbclid=IwAR2viRDlPB_AOyn5pb0JShp4oZs8yQ9NQOyh0t6N_UGVf7NSFTgfx_z6boQ
IamExpat: https://www.iamexpat.de/expat-info/german-expat-news/germanys-9-euro-ticket-coming-june-1-what-you-need-know
Berlin Spectator: https://berlinspectator.com/2022/05/18/germany-is-the-9-euro-ticket-in-jeopardy/
The Local: https://www.thelocal.de/20220505/how-many-people-in-germany-will-use-the-e9-ticket/
GreenMe: https://www.greenme.it/mobilita/trasporti/trasporto-pubblico-gratuito-lussemburgo-un-anno/
La Repubblica: https://www.repubblica.it/green-and-blue/2022/01/20/news/trasporto_pubblico_gratuito-333685151/