Torna In Cordata, la rassegna culturale-cinematografica dedicata alla montagna

| scritto da |

cordata montagnaDopo il riscontro di pubblico ottenuto durante la stagione primaverile di In cordata, film e narrazioni di montagna – nata dalla sinergia tra CinemAmbiente e Circolo dei lettori – è stata inaugurata in questi giorni. La rassegna, volta a proporre Torino come crocevia della cultura legata alle terre alte, rende un grande patrimonio geografico e sentimentale, come quello montano, parte integrante dell’identità cittadina,

Iniziata il 3 ottobre, la rassegna continuerà fino al 19 dicembre 2016. A Torino sono previste  undici serate tra proiezioni di film al Cinema Massimo, incontri al Circolo dei Lettori e concerti presso la sede del Cai Uget alla Tesoriera, per raccontare le storie umane di chi vive le montagne nella quotidianità del proprio lavoro o nella straordinarietà della propria passione.

PROGAMMA DI OTTOBRE

Lunedì 17 e martedì 18 ottobre alle ore 21.15 presso il Club Alpino Italiano UGET Torino si assiste al concerto di Valerio Chiovarelli, della Torino Jazz Orchestra, e Coro Uget.

La montagna è di (per) tutti è l’incontro, in programma martedì 25 ottobre alle ore 21 al Circolo dei lettori, con Nasim Eshqi, per dieci anni campionessa nazionale di kickboxing che ha appeso i guantoni al chiodo e si è dedicata alle montagne. Con all’attivo più di settanta nuove vie su roccia e centinaia di ascensioni sugli strapiombi iraniani ed europei, vuole combattere innanzitutto il peso delle discriminazioni. Con Enrico Camanni, giornalista.

Lunedì 31 ottobre alle ore 20.30 al Cinema Massimo viene proiettato Looking for Exits: Conversations with a Wingsuit Artist di Kristoffer Hegnsvad (DK, 2015, 62′). Racconto in fotogrammi di uno sport estremo come il base jumping con tuta alare. Nella comunità dei base jumper Ellen Brennan è una vera artista della disciplina. Non è, infatti, solamente la più veloce del mondo, è soprattutto una donna che ha scelto di abbracciare una filosofia di vita improntata al contatto diretto con la natura.  Al termine, incontro con Ellen Brennan e Giuseppe Saglio, psicologo.

PROGRAMMA DI NOVEMBRE

Il mese di novembre si apre il 7 alle 21 al Circolo con Esploratori postmoderniassieme a Danilo Callegari, che si nutre di sport estremi e imprese ai confini della realtà. «Adoro misurarmi con me stesso, scoprendo luoghi dove la vita per noi umani è quasi impossibile», come quando ha nuotato per 50 km nell’Oceano Indiano fra squali feroci, corso 27 maratone per 27 giorni nella savana, scalato il Kilimangiaro, scendendo dal versante opposto, in meno di 21 ore.

Lunedì 14 novembre alle ore 20.30 al Cinema Massimo è la volta di Z’Bärg di Julia Tal (CH, D, 2015, 85′). Sarah e Sämi decidono di realizzare il sogno di trascorrere l’estate in una malga di montagna con vacche, capre e maiali. L’avventura si trasforma presto in un impegno totalizzante, fra vacche testarde, le muffe dei formaggi e la cronica carenza di sonno. La loro relazione è messa alla prova dalla dura realtà che si nasconde dietro il sogno romantico della montagna.

Al termine, incontro con Roberta Clara Zanini, antropologa Università di Torino.

Si prosegue lunedì 21 novembre alle ore 21.15 al Cai UGET Torino con Coro Bajolese in concerto. Il coro di Bajo Dora, piccolo paese del Canavese, si dedica fin dalla fondazione nel 1966 alla ricerca e alla raccolta della tradizione orale della Gente Canavesana. I canti raccontano molti aspetti della vita del territorio: la protesta operaia, la Prima Guerra Mondiale, Partigiani, le liturgie e il Carnevale, l’emigrazione, i cantastorie, il Natale, i margari.

Lunedì 28 novembre alle ore 21 al Circolo dei lettori l’incontro La montagna dentro è con Hervé Barmasse. Dopo ogni viaggio su cime in terre lontane, ritorna alla sua montagna, il Cervino. A partire dal libro Laterza, Hervé Barmasse, uno degli ultimi eredi dei grandi alpinisti del passato, racconta se stesso. Privo dell’esaltazione da campione, spiega cosa c’è dietro l’avventura dell’alpinismo, dove il coraggio delle decisioni è intrecciato alla fragilità e alla paura. In parete, come nella vita.

PROGRAMMA DI DICEMBRE

La rassegna prosegue lunedì 12 dicembre alle ore 20.30 al Cinema Massimocon Sherpa di Jennifer Peedom (AUS, NEP, 2015, 96′). Nel 2013 alcuni alpinisti e un gruppo di Sherpa furono protagonisti di una rissa a oltre 6mila metri. Cosa è successo? Determinata a capirlo, la regista racconta la stagione alpinistica del 2014, trovandosi a documentare una delle più grandi tragedie nella storia della montagna: alle 6:45 del 18 aprile, un gigantesco blocco di ghiaccio abbattendosi su una via di risalita uccise sedici sherpa.

Al termine, incontro con Walter Perlino, viaggiatore e himalaista ed Enrico Camanni, storico dell’alpinismo.

In cordata termina lunedì 19 dicembre alle ore 21.15 al Cai UGET Torino conTrouveur valdotèn in concerto.

 

 

Le proiezioni sono a ingresso libero previo ritiro del biglietto d’ingresso gratuito a partire da 30 minuti prima dello spettacolo presso la cassa del Cinema Massimo.

Gli incontri al Circolo dei lettori sono a ingresso libero fino a esaurimento posti; la prenotazione è possibile solo per i possessori della Carta Plus.

Gli incontri del Cai Uget sono a ingresso libero fino a esaurimento posti.

Per informazioni è possibile rivolgersi allo 011 4326827 | info@circololettori.it | circololettori.it

Lascia un commento