Mondiali Sudafrica 2010: vero modello di eco sostenibilità?

Potrebbero interessarti anche...

Nessuna risposta

  1. romeo henes ha detto:

    Miliardi di dollari sprecati per stadi usa e getta che, spente le luci del Mondiale, verranno abbandonati all'oblio del tempo. Tanti sudafricani che lasciano campi, pascoli e attività tradizionali per farsi imprenditori ad-hoc nel settore turistico, incrementando il PIL per circa due mesi al prezzo di scombussolare il sistema produttivo e la coesione sociale. E che dire delle vuvuzelas, inutili trombette richieste da mezzo mondo: non voglio pensare a quanta plastica finirà in discarica una volta passate di moda.
    Questi Mondiali non sono altro che l'espressione di un capitalismo malato che fa della banalizzazione pret-a-porter il suo credo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.