Ecopolis: ripensare in chiave sostenibile le aree metropolitane del futuro

| scritto da |

di Alessio Sciurpa

Dall’1 al 3 aprile la Fiera di Roma ospiterà Ecopolis, summit internazionale sul tema della sostenibilità dello spazio metropolitano, promosso da Camera di Commercio e Fiera Roma, sotto l’Alto patronato del Presidente della Repubblica.

L’appuntamento prende le mosse da una semplice considerazione: per la prima volta nella storia dell’uomo più della metà della popolazione mondiale vive in aree urbane e si calcola che nel 2030 quasi 5 miliardi di persone vivranno in città.L’ambiente urbano diventa dunque, indiscutibilmente, l’ambiente di vita dell’uomo e le città assumono il ruolo di veri e propri laboratori per l’esercizio della sostenibilità. Ogni metropoli sta oggi sperimentando nuovi modi per gestire i beni collettivi e le questioni di pubblico interesse (risparmio idrico, gestione dei rifiuti, salubrità dell’aria, ecc.), ma solo dalla condivisione delle conoscenze e dallo scambio di esperienze relative può prendere avvio un nuovo corso e una strategia condivisa per preservare e migliorare la qualità della vita, favorendo lo sviluppo sostenibile. Da questi principi è nata Ecopolis, che intende integrare le informazioni sui flussi migratori verso le aree urbane con l’interesse a rinnovare il dibattito sulla ‘città ideale’ di oggi e di domani: non più solo un concetto filosofico, ma un insieme di risposte e soluzioni innovative alle problematiche attuali.

Sette i settori in tematici in cui è suddivisa Ecopolis: energia, rifiuti, mobilità, acqua, natura urbana, urban design, salubrità ambientale. A questi, individuati partendo dalla Dichiarazione delle Città Verdi (Giornata Mondiale dell’Ambiente – San Francisco 2005), si aggiunge la governance, sezione trasversale ma decisiva, pensando al ruolo della Pianificazione Strategica delle grandi Aree Metropolitane.Il programma completo si trova sul sito web dell’iniziativa.

Interessante è anche l’approccio alla manifestazione, dato il proliferare di manifestazione legate alla tematica ambientale: «Prima di lanciare questo nuovo appuntamento – spiegano gli organizzatori – abbiamo realizzato un benchmarking su oltre 250 fiere ed eventi internazionali dedicati ai temi della sostenibilità. Certamente ci sono nel mondo molti validi appuntamenti di settore che, tuttavia, analizzano in maniera verticale le singole tematiche; Ecopolis è invece il primo appuntamento europeo che si pone l’ambizioso obiettivo di accogliere in un’unica manifestazione imprese di diversi settori merceologici legati al tema della sostenibilità, attraverso il ‘fil rouge’ della gestione ambientale delle città».

Un commento su “Ecopolis: ripensare in chiave sostenibile le aree metropolitane del futuro”

  1. Evento interessante soprattutto per il tema trattato, molto spesso tali problematiche si scontrano inevitabilmente con la burocrazia politica che impedisce la realizzazione di tanti piccoli interventi, che migliorerebbero in maniera istantanea la qualità della vita di molti cittadini che lavorano o vivono nelle aree urbane, per realizzarne uno solamente ma di impatto mediatico molto forte che sarà un beneficio, forse, dopo molti anni. Personalmente credo sia molto importante “bilanciare” questa fase dove l’ambiente e l’ecologia sono in primissimo piano, finalmente, con la “praticità” della vità quotidiana dei cittadini al fine di avere risultati concreti e immediati che migliorino appunto la vita dei suddetti.

Lascia un commento