“The long swim”: 560 km a nuoto a favore della salvaguardia degli oceani

Che il nostro pianeta sia a rischio lo si sente spesso, ma in quanti si mettono davvero in gioco per salvarlo? Il tema è delicato e l’attivista Lewis Pugh ha deciso di affrontarlo attraverso un’impresa contando solo sulla sua forza, il suo amore per il pianeta e la giusta dose di follia. Il 48enne britannico sta infatti compiendo in questi giorni “The Long Swim”, la traversata a nuoto lungo i 560 chilometri che separano i due estremi della costa meridionale del Regno Unito munito solo di slip, cuffia e occhialini.

L’obiettivo alla base di questa difficile impresa, sia per la distanza che per le basse temperature dell’oceano, è quello di sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema della salvaguardia del pianeta relativamente al cambiamento climatico e sulle problematiche che affrontano i nostri mari.
Lewis Pugh non è nuovo a iniziative di questo tipo, risale infatti al 2003 la sua scelta di dedicarsi a tempo pieno a quella che è stata denominata come la “Speedo diplomacy” con la quale vuole portare la causa ambientale all’attenzione dei leader politici.

In questo senso, l’impresa di nuotare da Land’s End fino a Dover ne rappresenta solo l’ultima interpretazione, dopo aver nuotato nelle acque del Polo Nord nel 2007 per aumentare la consapevolezza sullo scioglimento del ghiaccio marino artico e aver nuotato attraverso il lago Imja sull’Everest nel 2010, evidenziando il problema dello scioglimento dei ghiacciai nell’Himalaya.
Nel corso dei 50 giorni di “The Long Swim”, Lewis Pugh non si limiterà a nuotare, ma si fermerà in luoghi chiave della costa britannica per riunire le comunità locali e confrontarsi sui problemi che sta vivendo il nostro pianeta.

In questo viaggio non sarà solo: Lewis ha trovato in Speedo un alleato pronto ad accompagnarlo. L’azienda nata sulla spiaggia australiana di Bondi Beach, infatti, è molto attenta ai problemi dell’ambiente e dell’inquinamento oceanico come dimostra la presenza di specifiche collezioni realizzate con tessuti eco-friendly.

Condividi!

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *