La comunicazione ambientale è anche “On Air”

In questi giorni è partita la campagna radiofonica di sensibilizzazione al tema del corretto smaltimento dei rifiuti elettrici ed elettronici (RAEE), promossa dal Centro di Coordinamento RAEE nell’ambito dell’accordo di programma con i produttori del settore, le associazioni delle aziende della raccolta rifiuti e l’Anci.

Il Centro di Coordinamento RAEE è un consorzio di natura privata, gestito e governato dai Sistemi Collettivi sotto la supervisione del Ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare e del Ministero dello Sviluppo Economico, che ha il compito primario di garantire su tutto il territorio nazionale una corretta gestione dei RAEE originati dalla raccolta differenziata.

La nuova campagna di comunicazione, che andrà in onda ancora per tutto il mese di luglio, e che riprenderà poi a settembre e ottobre raggiungendo 480 milioni di contatti, avrà dei testimonial d’eccezione, 7 DJ delle maggiori radio nazionali: Gigio D’Ambrosio per RTL 102,5; Anna Pettinelli per RDS; Ringo per Virgin Radio, La Pina per Radio Deejay, Ylenia per Radio 105, Paoletta per Radio Italia e Cristiano Militello per R101.

Ad ogni deejay è affidato un messaggio per fare in modo che la conoscenza di questo particolare tipo di rifiuti, le buone pratiche di raccolta e gestione di prodotti tecnologici e il concetto che il corretto smaltimento di questi dispositivi salvaguarda l’ambiente e crea valore economico, arrivi ad una più ampia platea di ascoltatori.

Come commenta Fabrizio Longoni, direttore generale del centro di coordinamento Raee “è la prima campagna radiofonica sui Raee, realizzata grazie ai fondi messi a disposizione dai produttori di apparecchiature elettriche ed elettroniche, e al lavoro di tutti i soggetti firmatari dell’accordo di programma. Abbiamo scelto di coinvolgere i deejay di alcune tra le maggiori emittenti nazionali come ambasciatori delle buone pratiche di raccolta dei rifiuti elettrici ed elettronici, per la loro capacità di parlare in modo semplice e immediato a milioni di cittadini e consumatori. L’entusiasmo con cui hanno accolto la nostra proposta dà un importante contributo all’impegno del centro di coordinamento Raee per diffondere una corretta cultura del riciclo sul territorio nazionale“.

Questa campagna arriva in un momento importante, il prossimo 15 agosto infatti cambierà a livello europeo la categorizzazione dei RAEE, saranno inclusi praticamente tutti gli oggetti dotati di una spina da collegare alla corrente. Ciò vuol dire che, nel calcolo della percentuale di raccolta sull’immesso, aumenta il denominatore rendendo più difficile il raggiungimento degli obiettivi.

La raccolta dei RAEE in Italia cresce (il 5% nell’ultimo anno), ma non così velocemente come dovrebbe per rispettare i vincoli dell’Europa, attualmente siamo intorno a una raccolta del 40% ma si può fare ancora molto.

La raccolta e il trattamento dei RAEE sono di fondamentale importanza perché, i rifiuti elettronici, se correttamente riciclati, diventano materia prima seconda per nuove produzioni. L’impegno di tutti dovrebbe essere quello di conferire questo tipo di rifiuto ai negozi o alle piazzole ecologiche allestite dai comuni, ma mai, in nessun caso, disperderlo nell’ambiente.

 

Per ascoltare la campagna radiofonica: https://www.cdcraee.it/GetHome.pub_do

 

Serena Di Lucia

Condividi!

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *