GOGREEN Onlus dà vita al “Il Giardino di Betty” per i bambini dell’Ospedale San Carlo

Come può un ospedale comunicare sostenibilità ed economia circolare? L’Ospedale San Carlo di Milano ha ideato un progetto ambizioso che a breve diventerà una bellissima realtà: infatti i bambini che si trovano nella struttura potranno presto giocare nel nuovo parco giochi “Il Giardino di Betty” che sarà collocato all’interno del parco dell’ospedale la cui pavimentazione antitrauma sarà realizzata con scarpe riciclate.

La raccolta delle scarpe, con il progetto esosport run, prima e unica iniziativa in Italia ed Europa di riciclo di scarpe sportive ideata da ESO Società Benefit arl, è partita in queste settimane con il posizionamento dei contenitori ESObox esosport run in numerosi punti dell’ASST Santi Paolo e Carlo (Presidi ospedalieri, centri territoriali e centri vaccinali) e presso la sede di ABIO – Associazione per il Bambino in Ospedale Onlus. Visitatori e dipendenti dell’ospedale sono stati invitati a gettare nei contenitori le vecchie scarpe sportive che verranno successivamente lavorate e trasformate in materia prima seconda che servirà per la realizzazione della pavimentazione antitrauma del nuovo parco giochi.

L’obiettivo è quello di ridurre l’accumulo dei rifiuti in discarica e sensibilizzare le persone all’uso del riciclo. Il nuovo parco giochi “Il Giardino di Betty” sarà una vera e propria oasi di svago e divertimento per i bambini dell’ospedale. “Un grazie di cuore va all’Ospedale San Carlo che ha accolto con entusiasmo il nostro progetto di raccolta e riciclo di scarpe sportive a fine vita – afferma Nicolas Meletiou, Managing Director di ESO Società Benefit – la finalità dell’iniziativa per noi va oltre la sostenibilità ambientale, alla base del nostro core business, per mettere al centro la solidarietà e il grande valore di questo progetto per i bambini dell’ospedale e non solo, che potranno così usufruire di nuovi spazi di gioco.”

“Questo progetto rientra nel più ampio concetto di umanizzazione che abbiamo abbracciato da anni e che ci porta a vedere il paziente non solo come malato ma come persona con un bagaglio di sentimenti e conoscenze, che si approccia alla realtà ospedaliera in un momento di fragilità – dichiara Marco Salmoiraghi, Direttore Generale dell’ASST Santi Paolo e Carlo – Un’area “leggera” dove i bambini dell’ospedale possano giocare e divertirsi, sfatando l’idea dell’ospedale come mero luogo di sofferenza.”

 

“Proprio quest’anno ricorrono i 40 anni di attività dei volontari ABIO al fianco dei bambini ricoverati – ricorda Sergio Clerici, Segretario Generale dell’Associazione. Collaborare alla realizzazione del nuovo parco giochi significa continuare a contribuire al miglioramento della qualità della vita in ospedale, anche mediante la creazione di spazi “a misura di bambino”.

Il “Giardino di Betty”, dedicato ad Elisabetta Salvioni Meletiou, è donato da ESO Società Benefit arl attraverso l’Associazione GOGREEN – Onlus che sostiene iniziative di charity a favore dell’uomo e dell’ambiente.
La campagna di raccolta delle scarpe proseguirà fino a fine giugno.

Condividi!

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *