AICA presenta le Linee Guida nazionali per la comunicazione contro il littering

Il 22 Novembre 2017 il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ospiterà un convegno unico nel suo genere: il primo convegno nazionale sul tema del littering.  Un eccezionale ventaglio di relatori, provenienti da ambiti diversi ma complementari per quanto riguarda la lotta all’abbandono dei rifiuti, si alterneranno per discutere il problema del littering, ma anche e soprattutto delle modalità più idonee per affrontarlo. In quest’ottica, ai partecipanti del convegno verranno distribuite in esclusiva e gratuitamente le linee guida per la comunicazione contro il littering, curate da AICA.

 

Per un’Italia senza rifiuti a terra

L’idea centrale del convegno, promosso dal Ministero dell’Ambiente in collaborazione con AICA, è quella di ragionare sulle declinazioni pratiche del DM 15 Febbraio 2017 che disciplina la destinazione dei proventi derivanti dalle sanzioni amministrative pecuniarie irrogate in caso di abbandono dei rifiuti di prodotti da fumo e dei rifiuti di piccolissime dimensioni quali anche scontrini, fazzoletti di carta, gomme da masticare.

All’interno del DM, viene infatti stabilito che il 50% dei proventi delle sanzioni amministrative pecuniarie dovrà essere impiegato in via prioritaria per l’attuazione di campagne di informazione su scala nazionale, mentre il restante 50% sarà destinato ai Comuni nel cui territorio sono state accertate le violazioni per realizzare, fra le altre cose, campagne di informazione su scala locale.

 

Ora, per dare un’attuazione efficace ed efficiente a tali disposizioni, è necessario rispondere ad alcune domande. Ad esempio, perché sporchiamo? Perché non ci prendiamo cura della nostra “casa comune”? Perché è importante non sporcare, quali sono le conseguenze drammatiche del littering nell’entroterra, che finisce per diventare marine littering e inquinare i nostri mari? E ancora: chi è che sporca? Come si può disegnare una campagna di comunicazione efficace che arrivi dritto al cuore di chi la vede e generi un cambiamento di comportamento?

 

Relatori d’eccezione

Gli interventi dei relatori daranno una risposta a tutte queste e ad altre domande ancora.

Il convegno si aprirà con un saluto istituzionale dell’On. Sottosegretario Barbara Degani, che ha da sempre a cuore il tema dell’educazione ambientale. Seguirà una lectio magistralis del Prof. Isaac Joshstrom Kureethadam dell’Università Pontificia che partirà da una visione globale e collettiva del problema. Seguiranno poi interventi più tecnici sul DM stesso, sul ruolo delle aziende di pulizia ambientale nel rinforzare la prevenzione e la comunicazione, per poi entrare nel vivo del profilo sociologico del litterer e su come elaborare campagne di comunicazione mirate per colpire nel segno le cattive pratiche.

 

Il profilo sociologico del litterer

Per quanto riguarda questi ultimi aspetti, nei mesi scorsi AICA ha promosso, con il sostegno del Ministero dell’Ambiente, del CONAI e dei sei consorzi di Filiera (Cial, Comieco, Ricrea, Coreve, Rilegno, Corepla) un’analisi condotta dai sociologi del Dipartimento di Culture, Politica e Società dell’Università degli studi di Torino che aveva come obiettivo primario quello di indagare il fenomeno del littering aggiungendogli una chiave interpretativa che possa contribuire alla sua mitigazione. L’intervento del prof. Dario Padovan verterà sulle conclusioni offerte da questa ricerca, che consentono di individuare e caratterizzare chi e perché abbandona i propri rifiuti.

 

Le linee guida per il disegno e la realizzazione di campagne di comunicazione anti-littering

A partire dagli spunti forniti dalla ricerca sociologica, AICA ha poi sviluppato delle linee guida specifiche, contenenti suggerimenti concreti su come realizzare e diffondere campagne di comunicazione volte a contrastare il fenomeno del littering. Le linee guida identificano i target dei riceventi su cui è necessario concentrare gli sforzi, le migliori modalità per formulare il messaggio, così come suggerimenti su canali di comunicazione efficaci da utilizzare. Offrono anche una rassegna delle best practice a livello nazionale e internazionale in materia di comunicazione anti-littering, e costituiscono nel loro insieme uno strumento imprescindibile per chi voglia elaborare una campagna efficace in tal senso. Le linee guida verranno presentate da Emanuela Rosio, presidente di AICA.

In occasione del convegno, le linee guida, disponibili in versione limitata, verranno distribuite gratuitamente in esclusiva ai partecipanti… non perdetele!

Per partecipare al convegno, inoltrare una richiesta a francesca.davoli@envi.info entro e non oltre il 17 Novembre.

 

 

 

Condividi!

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *