Ci ambientiamo? Il libro di Massimiliano Pontillo e altri fatti di “cronaca verde”

Il 23 ottobre siamo stati al convegno “Lo stato dell’informazione ambientale”, un dibattito pubblico tra cittadini, giornalisti, comunicatori ed esperti, per inaugurare la nuova stagione di FIMA Nord-Ovest, organizzato in collaborazione con FERPI Piemonte – Valle d’Aosta e Casa dell’Ambiente di Torino.

La “cronaca verde”

Con questo primo evento ha preso avvio il percorso di costituzione della nuova delegazione interregionale Nord-Ovest di FIMA. Ha introdotto e moderato l’incontro Sergio Vazzoler del comitato scientifico FIMA. È intervenuto con un contributo video Roberto Giovannini, neoeletto presidente nazionale della FIMA e direttore di Tuttogreen de La Stampa.

Il noto divulgatore scientifico Luca Mercalli ha poi chiarito come siano essenziali per una buona informazione ambientale sia la componente scientifica sia quella umanistica composta da sociologi, antropologi, psicologi e filosofi in grado di comunicare i dati al pubblico.

Elena Codel, psicologa di formazione e rappresentante della Fondazione Barilla Center for Food & Nutrition, ha quindi fatto il punto sulle contraddizioni che caratterizzano le questioni legate al cibo. È seguito l’intervento di Mario Salomone, Segretario generale della rete mondiale di educazione ambientale e past president di FIMA, che si è soffermato sull’importanza dell’educazione per una cultura ambientale diffusa. Pier Luigi Cavalchini, membro del direttivo FIMA, ha inoltre illustrato le principali strategie messe in atto dalla FIMA.

Ci ambientiamo?

Ospite del convegno era anche Massimiliano Pontillo: Presidente di Pentapolis Onlus, Direttore responsabile di Eco in Città e curatore del libro Mi Ambiento. Il libro dei fatti green, in libreria da quest’estate. Nel volume l’autore descrive le eccellenze imprenditoriali e scientifiche, i principali provvedimenti normativi, i grandi appuntamenti, le notizie, i numeri, gli indirizzi, il glossario e la cronaca dell’ambiente.

Si tratta di un racconto degli avvenimenti sostenibili più rappresentativi che hanno caratterizzato l’ultimo anno. Ma anche una breve storia del rapporto tra l’uomo e la natura: un vademecum aggiornato sulle questioni economiche e politiche, in chiave ambientale, più importanti e recenti relative al Belpaese, per meglio orientarci nelle scelte quotidiane.

“La società in cui viviamo e che abbiamo delineato e contribuito a costruire”, ha commentato Pontillo, “soprattutto negli ultimi decenni, si poggia prevalentemente su un modello energivoro e consumista che continua a produrre danni sempre più difficili da ricomporre. Questo volume vuole contribuire a sviluppare un circuito virtuoso, a tutti i livelli, per la costruzione di una società glocal rigenerata, resiliente e più a misura d’ambiente”.

Suddiviso in quattro capitoli tematici – informazione, politica, economia e comunicazione –  il volume raccoglie, tra gli altri contributi, i saggi di Maurizio Guandalini, Mario Salomone, Alfonso Pecoraro Scanio, Enrico Giovannini, Rossella Sobrero, oltre alla prefazione del Ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti. All’alimentazione è dedicato infine il focus centrale “Cibo e Ambiente: mangiare meglio, mangiare meno, mangiare tutti”, a cura della sopracitata Barilla Center for Food & Nutrition.

 

Fabio Dellavalle

Condividi!

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *