PREMIO AICA 2013

Novità per la X edizione del Premio AICA: la cerimonia di premiazione del premio AICA torna ad essere ospitata durante la rassegna cinematografica Cinemambiente, ormai da 17 anni l’appuntamento più importante in Italia e non solo per gli appassionati di cinema ambientale.
La cerimonia è stata preceduta da un dibattito dal titolo “Le nuove frontiere della comunicazione ambientale”: prendendo spunto dal film Project Wild Thing di David Bond, si è discusso dell’efficacia del marketing nella comunicazione ambientale. Un incontro a cui hanno partecipato la conduttrice e autrice televisiva Syusy Blady, il presidente di Aica Roberto Cavallo, il direttore della «Nuova ecologia» Marco Fratoddi e il presidente di Last Minute Market Andrea Segré.

AICA (Associazione Internazionale per la Comunicazione Ambientale) premia chi, attraverso le proprie campagne di comunicazione, porta all’attenzione dei cittadini i problemi ambientali, contribuendo alla creazione di una coscienza e di una cultura ambientale. Anche quest’anno il Premio è suddiviso in tre categorie: “Comunicare ai cittadini fa bene all’ambiente”, il Premio Speciale “Comunicare il Protocollo di Kyoto” ed il Premio alla Carriera “Beppe Comin”. La prima categoria verte ogni anno su un tema specifico che quest’anno sarà “Comunicare il consumo di suolo”.

Ecco quest’anno chi si è aggiudicato il premio!

Nella categoria: Comunicare ai cittadini fa bene all’ambiente: comunicare il consumo di suolo, il premio è stato vinto dal Forum “Salviamo il Paesaggio”.
Il Forum Nazionale “Salviamo il Paesaggio – Difendiamo i Territori” è un aggregato di associazioni e cittadini di tutta Italia (sul modello del Forum per l’acqua pubblica), che, mantenendo le peculiarità di ciascun soggetto, intende perseguire un unico obiettivo: salvare il paesaggio e il territorio italiano dalla deregulation e dal cemento selvaggio. Celebre è la prima campagna nazionale del Forum: il censimento in tutti i Comuni italiani degli edifici sfitti o non utilizzati e rimasti vuoti.

Nella categoria: Comunicare il Protocollo di Kyoto, il premio è stato vinto dalla Campagna Europea Covenant of Mayors (Patto dei Sindaci).
Il Patto dei Sindaci (Convenant of Mayors) è un’iniziativa promossa dalla Commissione europea per coinvolgere attivamente le città europee nella strategia europea verso la sostenibilità energetica ed ambientale. L’iniziativa è stata lanciata dalla Commissione il 29 Gennaio 2008, nell’ambito della seconda edizione della Settimana europea dell’energia sostenibile.
Il Patto, al quale hanno aderito sinora oltre 5.730 città tra cui 20 capitali europee e numerose città di paesi non membri dell’UE, con una mobilitazione di oltre 180 milioni di cittadini fornisce alle amministrazioni locali l’opportunità di impegnarsi concretamente nella lotta al cambiamento climatico attraverso interventi che modernizzano la gestione amministrativa e influiscono direttamente sulla qualità della vita dei cittadini. I firmatari rappresentano città di varie dimensioni, dai piccoli paesi alle maggiori aree metropolitane.

Il premio alla carriera “Beppe Comin” è stato vinto dal prof. Andrea Segré.
Docente, saggista, agroeconomista, triestino classe 1961, Andrea Segrè è fondatore e presidente di Last Minute Market, spin off dell’Università di Bologna, promotore della campagna europea Un anno contro lo spreco, ideatore della Carta per gli enti territoriali a Spreco Zero e di Waste Watcher il primo osservatorio nazionale sugli sprechi domestici. Dal 16 ottobre 2013 è coordinatore del Piano Nazionale per la prevenzione degli sprechi alimentari, istituito dal Ministro dell’Ambiente.
Nel 2012 gli è stato conferito, presso il Parlamento Europeo, il premio Green Award per l’etica e il Premio Artusi. Nel 2013 è il vincitore del premio Vincenzo Dona voce dei consumatori e del premio Giovanni Borghi, riconoscimento ideato da Whirlpool per il pionierismo nel fare impresa.
Fra i saggi più recenti di Andrea Segrè figurano Economia a colori (Einaudi 2012), Cucinare senza sprechi (Ponte alle Grazie 2012), Vivere a spreco zero (Marsilio 2013), che ha ispirato l’istituzione del Premio Vivere a spreco zero. L’ultimo saggio dal titolo Spreco, edito da Rosenberg & Sellier, sarà presentato in anteprima lunedì 2 giugno al festival Cinemambiente di Torino, alle ore 19.15 presso il cinema Massimo, sala 1.
Sono inoltre a cura di Andrea Segrè i tre rapporti pubblicati da Edizioni Ambiente: Libro nero dello spreco: il cibo (2011), Libro blu dello spreco: l’acqua (2012), Libro verde dello spreco: l’energia (2013).

Ecco le fotografie della cerimonia di premiazione:

 

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *