Premio AICA 2011

Premio AICA 2011 ospite della serata conclusiva di Cinemambiente

Domenica 5 giugno, all’interno della serata conclusiva del Festival Internazionale di Cinemambiente, è stato consegnato il Premio AICA 2011, confermando in questo modo la collaborazione tra l’associazione AICA e il Festival.Il Premio è suddiviso in tre categorie: “Comunicare ai cittadini fa bene all’ambiente”, il Premio Speciale “Comunicare il Protocollo di Kyoto” ed il Premio alla Carriera “Beppe Comin”. La prima categoria verte ogni anno su un tema specifico che quest’anno è stato “Comunicare le foreste”.

I vincitori delle tre categorie che sono stati premiati presso il Cinema Massimo di Torino sono stati:

INTERNATIONAL FOREST FILM FESTIVAL un festival organizzato dal Forum sulle Foreste dell’ONU in occasione del 2011, Anno Internazionale delle Foreste;

MINISTÈRE DE L’ÉCOLOGIE ET DU DÉVELOPPEMENT DURABLE per la campagna “Il n’ya pas de petits gestes quand on est 60 millions à les faire” (“Non ci sono piccoli gesti se si è 60 milioni a farli”) finalizzata a promuovere tra la cittadinanza la politica ambientale del governo;

PIERO ANGELA, divulgatore scientifico e noto volto televisivo italiano.

Per il Forum sulle Foreste dell’ONU ha ritirato il Premio la Direttrice Ms. Jan L. McAlpineche dopo aver spiegato come si è sviluppata l’idea del Festival e come si è svolto ha affermato: «È solo grazie al supporto del pubblico che manifestazioni di questo tipo possono avere successo. Quando abbiamo lanciato l’idea dell’International Forest Film Festival non pensavamo che ben 160 film avrebbero partecipato e che l’interesse del pubblico sarebbe stato così ampio. Questo è il segno che tra i cittadini esiste una diffusa sensibilità ambientale che bisogna continuare a coltivare».

Per il Ministero francese era presente invece Jacques Faye, Direttore generale della prevenzione dei grandi rischi, che ha dichiarato: «Il Ministero dell’Ecologia e dello Sviluppo Sostenibile e un grosso contenitore che si occupa di varie tematiche. L’obiettivo principale di questa campagna così come di molte altre che abbiamo promosso nel corso degli ultimi anni è rendere la comunicazione ambientale comunicazione pubblica e istituzionale. Per questo motivo le nostre campagne sono sempre rivolte all’insieme della cittadinanza e utilizzano i canali mediatici nazionali come radio e TV».

Roberto Cavallo, Presidente di AICA, nel riprendere il claim della campagna del Ministero francese – Non ci sono piccoli gesti se si è milioni di persone a farli – ha ricordato, infine, l’importante appuntamento del 12 e 13 giugno in Italia cui tutti i cittadini sono chiamati a partecipare: il voto per i referendum sull’acqua pubblica e sull’energia nucleare, due questioni ambientali che sono stati tra l’altro temi portanti dell’edizione 2011 del Festival Internazionale di Cinemambiente.

Condividi!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>